Cecilia Campolonghi Photography | Pace tra le vigne toscane: Salcheto Winehouse
3990
post-template-default,single,single-post,postid-3990,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1400,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-17.2,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.6,vc_responsive

Pace tra le vigne toscane: Salcheto Winehouse

Pace tra le vigne toscane: Salcheto Winehouse

Per il compleanno di mia mamma quest’anno, ci siamo regalati un weekend lento, lontano dalla frenesia quotidiana. Per farlo siamo andati in Toscana, a una manciata di passi da Montepulciano: il posto si chiama Salcheto Winehouse, è un casolare del Duecento all’interno di una tenuta vinicola che dell’ecosostenibilità ha fatto una scelta di vita. E anche della pace, che viene servita con il companatico delle verdure biologiche dell’orto vicino. Il resto lo fanno un’ottima pappa al pomodoro, le vasche per fare il bagno all’esterno con l’acqua che viene scaldata a legna e le pile di vecchi libri che circondano i letti nelle stanze. Ma soprattutto il resto lo fa il silenzio: così raro dovunque, così prezioso, così piacevolmente riscoperto tra le loro viti.

Salcheto


 

Le camere come tutto l’hotel è stato sapientemente arredato con gusto, design e sapore di casa. Il podere prima era la casa dei contadini che lavoravano le terre circostanti, ora accogli suites con vista sulle viti e su Montepulciano.

 

Prima ancora che hotel, Salcheto è cantina ed Enoteca. E’ un’azienda biologica a biodinamica. Agli ospiti dell’hotel è omaggiata una degustazione dei loro vini. Tutto ciò che viene servito anche nell’enotoca è rigorosamente biologico e prodotto dal loro orto.

 

Una foto ricordo di quei bellissimi giorni.

No Comments

Post A Comment