Cecilia Campolonghi Photography | 5 motivi per visitare – e amare – la Val Badia
4336
post-template-default,single,single-post,postid-4336,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1400,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-17.2,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.6,vc_responsive

5 motivi per visitare – e amare – la Val Badia

5 motivi per visitare – e amare – la Val Badia

Nonostante la mia casa in Trentino, ho sempre avuto un debole per l’Alto Adige, e finalmente ho avuto l’occasione di visitare alcuni luoghi di montagna a me sconosciuti. Inutile dire che ho trovato la Val Badia estremamente affascinante! Talmente tanto che vorrei proporvi qualche buon motivo per visitarla.

1. I meravigliosi paesini

Innanzitutto i paesi che offre questa fetta di paradiso terrestre sono perfetti per qualsiasi occasione e per qualsiasi età: a Corvara, ad esempio, è possibile godersi una meravigliosa vacanza all’insegna degli sport invernali e dello sci; a Badia, poi, si trova il cuore della Valle e della montagna: per chi come me la ama ne resterà sicuramente incantato, con la sua natura incontaminata e i masi ladini tipici della Val Badia; La Val, un po’ più a sud rispetto a Badia, è la meta perfetta per famiglie o per chi è in cerca di un’oasi di pace ed ama l’atmosfera che si respira ad alta quota; se invece siete seguaci della cultura San Martino è il paese che fa per voi: qui la culla della cultura ladina saprà senz’altro dolcemente placare la vostra sete di conoscenza. Infine impossibile non nominare Marebbe, la quale l’atmosfera contadina sono certa vi conquisterà!

 

2. Comprensorio sciistico

Il secondo motivo che vi propongo si chiama Sellaronda: gli amanti degli sci sapranno sicuramente di cosa sto parlando, ossia del giro sciistico più rinomato delle Dolomiti e delle Alpi Italiane. Qui è possibile percorrere in un solo giorno ben 40 chilometri circa di piste senza passare due volte per lo stesso punto: insomma, se state organizzando una vacanza in montagna non potete non includere questa tappa sensazionale.

 

 

3. Panorami mozzafiato Poi beh, inutile ripeterlo: amo la montagna, amo ciò che sa offrire, amo vivere, respirare e fotografare con gli occhi – oltre che con la mia macchina fotografica – i suoi splendidi panorami: la Val Badia si trova ai piedi delle più belle vette delle Dolomiti e si estende su una conca verdeggiante, e grazie alla favorevole posizione geografica e alla sua genuina ospitalità della sua popolazione è definita “Il cuore delle Dolomiti”. Vi assicuro che è davvero così!

4. Autenticità

La cosa forse più affascinante di questo viaggio è stata respirare il prezioso carattere autentico della Val Badia: pensate che in alcuni punti della Valle si parla ancora una lingua antichissima, la più antica delle Dolomiti, il ladino, che non è né italiano né latino, e oltretutto nemmeno con un suono tipico tedesco: per questa curiosa caratteristica i Ladini sono tra i gruppi linguistici più piccoli d’Europa.

 

5. Accoglienza

Per ultimo, ma non meno importante, vi parlo del nostro soggiorno. Abbiamo deciso di goderci pienamente questa vacanza scegliendo il Nutur Miraval Hotel: la famiglia Castlunger, gestore della struttura, per prima cosa ci ha accolti calorosamente al nostro arrivo, e subito ho percepito una gradevolissima aria di casa.

I compiti all’interno dell’hotel sono ben definiti: la moglie si occupa – egregiamente – degli ospiti, mentre il marito gestisce la cucina, proponendo gustosi menu tipici e rivisitati, con tanto di cena di gala una sera a settimana!

La struttura – con meritate 3 stelle lusso – semplice, piccolina (con sole 12 camere) ma curata nei minimi dettagli, si affaccia su una vista meravigliosa di Santa Croce in tutti i suoi punti: le sue continue vetrate in ogni luogo dell’hotel rendono il soggiorno magico, come a respirare in ogni momento della giornata l’aria fresca, pulita e incontaminata della montagna.

Emozionante è stato inoltre sedersi e gustare davanti ad un grande camino una grappa insieme agli altri, nella confortevole area relax del Nutur Miraval;

Ma devo dire che a questo hotel non manca proprio nulla: oltre all’aria relax, infatti, è presente una gradevole SPA munita di sauna, bagno turco e idromassaggio all’aperto, circondato da neve e vista mozzafiato.

Insomma, oltre le mie parole le immagini più di tutte parlano chiaro: una vacanza coi fiocchi nel vero senso della parola che vi auguro di provare almeno una volta!

 

Sito Hotel: http://www.naturhotelmiraval.com/it/

Grazie a Blauer per il caldissimo piumino che mi ha accompagnato in questa avventura

 

No Comments

Post A Comment